Sempre alla moda, gli orecchini ear cuff sono la soluzione migliore per chi vuole impreziosire il proprio look senza necessariamente bucare le orecchie.

Si tratta di orecchini pensati per essere posizionati a metà dell'orecchio, disponibili in molte forme, colori e dimensioni.
La posizione ideale gli ear-cuff è, senza dubbio, l'area di cartilagine curva sul bordo esterno dell'orecchio. Questo li rende ideali sia per chi non ha alcun buco sia per chi, invece, ha già forato i lobi e la parte alta dell'orecchio.

Forse una delle cose più complicate da fare, proprio per il punto dove vanno collocati, è imparare a indossarli: se troppo stretti, infatti, possono risultare leggermente scomodi, mentre se troppo larghi rischiano di perdersi.
Per fortuna, però, c'è un trucco per metterli alla perfezione: bisogna fare scivolare l'earcuff verso la parte più sottile dell'orecchio (la parte alta, per intenderci) e stringerlo leggermente.

Per farlo basta "pizzicare", senza fare troppa pressione, le due estremità dell'orecchino. A questo punto basta farlo scivolare verso la posizione corretta e provare a tirare con delicatezza: se non viene subito via e non sembra dare fastidio, il gioco è fatto.

Gli orecchini earcuff si possono togliere e mettere senza alcun tipo di problema. Questo consente di cambiarli frequentemente, di collezionarli e di abbinarli a look diversi, oltre che creare graziose combinazioni con altri orecchini: le migliori sono quelle che li affiancano a orecchini a bottone, a goccia o a cerchio.

Per esempio, per un effetto rock e glam, si può optare per earcuff semplici, con uno spessore consistente, da abbinare a orecchini spiritosi o colorati o che giochino su preziosi dai toni scuri.

Se invece si vuole optare per qualcosa di più stiloso, è bene abbinarli ad orecchini a cerchio: unendo cerchi delle stesse dimensioni si ottiene un effetto chic ed elegante, mentre mixando le grandezze (e abbinando anche qualche charm) lo stile risulta più pop.