Per la donna che vuole curare la sua immagine, gli accessori sono importanti probabilmente quanto il trucco. Ogni elemento serve a valorizzare la figura e l’abbigliamento, come la cintura.

La cintura: un accessorio da abbinare non solo all’outfit ma alla forma del proprio corpo.

Ecco cinque consigli per scegliere la cintura giusta.

1. Se hai un corpo a clessidra. La forma del tuo corpo è quella adatta per indossare qualsiasi tipo di cintura. A differenza di altre linee, per chi ha un punto vita sottile rispetto a spalle e fianchi può permettersi cinture estrose e larghe. Qualsiasi tipo di fibbia, quindi, non andrà a sminuire la bellezza del tuo abbigliamento, anzi valorizzando sia l’abito sia la tua silhouette. 

2. Se hai un corpo a rettangolo. In questo caso il punto vita, probabilmente, non è ciò che caratterizza di più la tua bellezza. La cintura quindi dovrà, più che altro, mettere in risalto l’outfit. L’importante è trovare l’equilibrio giusto: un abito estroso si sposerà bene con una cintura semplice e non troppo larga per non accentuare le curve, senza fibbie particolarmente appariscenti.

3. Se hai il seno prosperoso. Un seno prosperoso non va accentuato, ancora di più, con una cinta indossata sopra il punto vita. Il rischio è di rendere l’intera figura più tozza ma anche si risultare volgare. Al contrario, per chi ha un seno piccolo o non troppo abbonante, le cinture da stringere sotto il petto risultano un tocco di classe ed eleganza.

4. Se siete basse. Ebbene sì, le cinture molto spesse e larghe non vi aiuteranno a slanciare la figura, anzi: tutto il contrario. Scegliere la cintura in base alla propria altezza è sicuramente un buon consiglio. Meglio puntare su una cintura stretta colorata e originale.

5. Se hai un corpo ovale. La forma del tuo corpo probabilmente non ti permette di indossare cinture senza una certa esitazione. Visto che la cintura valorizza il punto vista, forse meglio optare per un altro accessorio: magari una lunga collana o un cappello!